Julian

Eine kleine Seele kehrt heim

© 2019 Magnus CMSPlus

Julian, il bambino dai grandi occhi marroni, nasce il 5 ottobre 1996. Ad appena due anni contrae una malattia subdola, che non ha neanche un nome; una malattia che fa soffrire molto il bambino e i suoi cari, ma al tempo stesso regala anche un amore profondo, che lascia tracce indelebili nel cuore di molti.

I genitori di Julian sono convinti che una persona non ha solo il diritto di vivere, ma ha anche il diritto di morire, se il suo corpo sfinito non riesce più a reagire. Così nel novembre 2007 rifiutano la prosecuzione delle terapie, che prolungano la sofferenza di Julian, e curano il loro bambino esclusivamente a casa per quattro mesi, gli ultimi mesi di un lungo dolore. I genitori non si sono pentiti di questa decisione, la più difficile della loro vita.

Julian muore all’età di undici anni tra le braccia di suo padre. È il 24 marzo 2008, sono le ore 01.27 – Julian smette di respirare e all’improvviso cala il silenzio, insopportabile …

È una storia commovente che parla di gioie della maternità, speranza, amore, disperazione, paura, rassegnazione, morte, profonda tristezza … e che si

conclude con il difficile e doloroso ritorno alla vita.

• La vita e la morte del piccolo Julian
• Con il diario della madre

© 2019 Magnus CMSPlusAnna Gantioler Pernthaler, è nata il 1968, risiede in Val di Funes (Alto Adige) sul maso Oberpiskoi, è sposata e madre di tre figli, lavora come ostetrica e contadina.